L’AUDIZIONE DEL CAPO DEI ROS Il gen. Nunzella davanti alla commissione antimafia

Natoli(magistrato)
Il già sostituto procuratore di Palermo Gioacchino Natoli

Il documento che pubblichiamo è l’audizione del gen. Mario Nunzella, comandante dei ROS dei carabinieri, davanti alla commissione Antimafia, il 7 marzo 1995.

Sono passati appena tre giorni dalla tragica morte delmaresciallo Lombardo e Nunzella rivela che, successivamente ai viaggi fatti dal maresciallo negli Usa (ottobre e dicembre del 1994), furono redatte due relazioni.

Secondo la famiglia Lombardo, le relazioni di servizio sui colloqui tra Lombardo, ilmagg. Mauro Obinu e Gaetano Badalamenti, alla presenza anche di alcuni magistrati, furono invece tre.

La prima relativa al viaggio in ottobre. La seconda e la terza relative alla trasferta di dicembre.

Ma Lombardo di queste ultime due ne firmò soltanto una, quella completa di undici pagine. L’altra – ridotta a nove pagine – porta la firma soltanto del maggiore Obinu e non fa cenno alla volontà di collaborare di Badalamenti e alle riserve espresse sia da Lombardo, sia dallo stesso Obinu sulla Direzione distrettuale antimafia (DDA) di Palermo sull’allora sostituto procuratore della Repubblica Gioacchino Natoli, presente ai colloqui di dicembre con Badalamenti.

AUDIZIONE IN COMMISSIONE ANTIMAFIA
DEL GEN. MARIO NUNZELLA