Perù

perucartinaAncor più di quello di San Martin  – il condottiero che nel 1821 regala al Perù la sua indipendenza – a sopravvivere oggi nel Paese andino è il mito di Tupac Amaru, l’ultimo Inca, che sbaragliò gli spagnoli nel 1780.

Nel suo nome sono sorti, perfino fuori dal Perù, gruppi di guerriglieri che per un breve periodo hanno tenuto la scena delle lotte di liberazione in America latina.

Il Perù odierno è anche questo: un Paese sospeso tra miti gloriosi e tragiche quotidianità, tra guerre eroiche (molte quelle perdute) e la dura constatazione di un presente quanto mai incerto, tra nuovi populismi di marca militar-golpista e vecchi tangentisti, marpioni della politica, che tornano sulla scena.

Il Perù è un altro Paese che ha sofferto la durezza e l’asprezza dei regimi militari. E che quando ha conosciuto la democrazia ha dovuto fare i conti con presidenti corrotti che hanno depredato un’intera nazione.

Oggi anche il Perù un Paese in bilico. Dove la coltivazione della coca è una delle poche fonti di sostentamento di una popolazione poverissima.

BREVE STORIA DEL PERU’

COCA, GAS E REVOLUCION
intervista a Ollanta Humala