Cos’è l’ELN

IN

L’Esercito di liberazione nazionale (ELN) è un’organizzazione rivoluzionaria, ispirata al marxismo leninismo ed al cristianesimo rivoluzionario, fondata il 4 luglio 1964 sul sentiero La Fortuna, nel comune di San Vicente de  Chucurí, Santander del Sur.

Il 7 gennaio 1965 l’ELN ha pubblicato il Programma di Simacota che all’art..1 prevede “la presa del potere da parte delle classi popolari e l’instaurazione di un governo democratico e popolare”.

La crisi più violenta dell’organizzazione arriva nel 1991. Una scissione dà vita all’EPL (Esperanza, Pax y Libertad) che decide di smobilitare la forza militare integrandosi nella vita civile come movimento politico.

Lo spazio politico lasciato libero da EPL, convince le FARC ad ampliare il suo ambito di controllo politico territoriale dalle zone contadine a quelle dei coltivatori di banane. Le prime violente dispute non tardano ad arrivare (146 militanti di Esperanza, Paz y Libertad sarebbero stati uccisi dalle FARC tra il 1991 e il 1994). I militanti di Esperanza, Paz y Libertad saranno oggetto di attacchi anche da parte dei vecchi compagni dell’ELN che li ritiene “traditori”.

Politicamente meno intransigente delle FARC, l’ELN – che può contare su circa 5 mila militanti – ha provato in più occasioni, anche il governo di Uribe, ad avviare trattative per il suo disarmo.

Il sito dell’ELN fa capo alla rivista Insurrecciònwww.eln-voces.com.

LA GUERRA DELL’ELN NEL SUD BOLIVAR
di Maurice Le moine