INTERNAZIONALE NERA. La vera storia della più misteriosa organizzazione terroristica europea

Incipit: Prima di cominciare. La soffiata. Il covo di Aginter Presse. Lisbona, 22 maggio 1974, mercoledì.
I quartieri della città sono illuminati dai primi bagliori estivi. Fa caldo e c’è profumo di mare. Rua das Praças è celebre per le sue trattorie che diffondono odore di aglio e baccalà. E’ una strada tranquilla, con un pavé in pietra grigia, che all’improvviso diventa una leggera salita. In dieci minuti, camminando di buona lena, si raggiunge il Bairro Alto, di solito una passeggiata piacevole, ma non in quei giorni: in Portogallo è appena scoppiata la rivoluzione, le strade sono deserte e, nonostante il bel clima, la gente vive tappata in casa.

Questo libro è, per utilizzare un’immagine forse un poco azzardata ma efficace, il retroterra degli eventi narrati nel libro precedente: Doppio livello di Stefania Limiti. Questo fa dei due saggi, opera di grandi giornalisti d’inchiesta, quasi un unicum di cui l’uno è complementare dell’altro, anche se c’è una differenza sostanziale: Stefania Limiti per scoprire cosa sta a monte degli eventi più tragici della nostra storia repubblicana ha lavorato soprattutto sulle carte. Un lavoro da amanuense: mesi e mesi passati a consultare migliaia di pagine, per la maggior parte non riproducibili e quindi copiate a mano. Atti d’indagine, sentenze, fogli sparsi nei fascicoli, dossier … alla ricerca di tracce di verità che nessuno era riuscito a vedere. E poi interviste, confidenze riservate, colloqui a registratore spento.
Andrea Sceresini, un passato da reporter di guerra, per individuare il ruolo e le trame della più misteriosa e pericolosa organizzazione europea: l’Internazionale Nera, è andato a cercarsela sui luoghi, la sua verità. E poi risalendo di traccia in traccia, si è spinto dovunque lo portavano le informazioni che vie via riceveva.
Punto di partenza: Lisbona, rua das Praças, dove in una soffitta zeppa di armi, documenti, truci simboli nazisti, era stata scoperta la sede della misteriosa Aginter Presse da cui è partito se non tutto almeno moltissimo del male che ci ha devastato.
Aginter Presse e il suo sfuggente fondatore Guérin-Sérac: due nomi che fanno paura, ma su cui non si è mai voluto o potuto indagare a fondo non solo in Italia, ma in tutta l’Europa. Due nomi ai quali probabilmente fa capo il vasto progetto di destabilizzazione attuato con quella che, nel linguaggio dell’Intelligence, si chiama deception, ovvero inganno.
Quando Pierpaolo Pasolini pubblicò il suo celebre editoriale sul Corriere della Sera: Io so (link: http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html) era ben consapevole di quello che non poteva rivelare ma di cui aveva, con la lucidità e la lungimiranza del genio, intuito come lugubre presenza. Rilette oggi, alla luce di tutto quello che è avvenuto, le sue parole si inquadrano perfettamente nei lavori d’indagine di Limiti e Sceresini. Pasolini, era il 14 novembre 1974, sapeva ma non aveva le prove eppure nel suo articolo mostra uno spaccato di quel futuro che oggi è il nostro passato.
Non aveva le prove. Anche i nostri due autori non le hanno. I magistrati che hanno indagato a lungo sulle stragi, a cominciare da Guido Salvini, non le hanno mai trovate. Nessuno le ha né le avrà mai. Però gli indizi sono tanti e portano tutti in un’unica direzione: Aginter Presse nelle sue infinite diramazioni.
Per anni abbiamo creduto di essere in pace e invece sul nostro territorio si combatteva una guerra “a bassa intensità” con spargimenti di sangue. Per anni abbiamo creduto di essere liberi e sovrani e invece eravamo eteroguidati verso una sola direzione: quella autoritaria. Per anni siamo andati a votare credendo di poter scegliere, ignorando che se avessimo scelto la parte sbagliata saremmo finiti come la Grecia dei colonnelli.
Andrea Sceresini, in questo libro che si legge come un romanzo nerissimo grazie allo stile brillante, arricchito dalle fotocopie di documenti segreti mai pubblicati prima, ha riannodato i fili di un passato che sta condizionando il presente di tutti.
Assolutamente da leggere.

Andrea Sceresini
INTERNAZIONALE NERA. La vera storia della più misteriosa organizzazione terroristica europea
Chiarelettere, 180 pagine, € 12,75 anziché 15,00 su internetbookshop. Disponibile anche I Ebook a 8,99

https://www.ibs.it/internazionale-nera-vera-storia-della-libro-andrea-sceresini/e/9788861909007?inventoryId=56313275

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *